Profughi afghani in Italia, la storia di Enaiat

This post has already been read 1140 times!

profughi afghani

<<Quello che ti cambia la vita è cosa ti capita, non dove o con chi.>> dice Enaiatollah Akbari, il ragazzo nato in Afghanistan, d’etnia hazara il cui racconto autobiografico è stato pubblicato con il titolo Nel mare ci sono i coccodrilli, di Fabio Geda.

Una bella storia quella di Enaiat che, tra mille difficoltà, ma con un po’ di fortuna e grazie a persone gentili è riuscito a trovare un luogo dove vivere in pace, studiando e lavorando.

Enaiat ha otto anni quando viene abbandonato dalla madre in Pakistan e ne ha quindici quando ottiene il permesso di soggiorno in Italia quale rifugiato politico afghano, dopo aver vissuto 7 anni in clandestinità, tra Pakistan, Iran, Turchia, Grecia e, infine, Italia.

Enaiat viene abbandonato dalla madre per essere salvato; la madre lo ha accompagnato in Pakistan per allontanarlo dai talebani che lo pretendevano quale risarcimento dopo la morte del padre; ormai fuori dall’Afghanistan, al sicuro (o quasi) in Pakistan, Enaiat si addormenta con la madre, ma si sveglierà da solo e dovrà imparare ad arrangiarsi.

Le ultime parole della madre sono tre raccomandazioni che Enaiat ricorderà e rispetterà ogni giorno: non drogarti, non sparare, non rubare; saranno la sua guida nel suo viaggio della speranza che lo porterà dal Pakistan, in Iran, in Turchia, in Grecia ed, infine, in Italia.

Le fatiche e le sofferenze che ha dovuto sopportare, unite alla felicità di aver incontrato persone “umane” che lo hanno aiutato, si fondono in un racconto di speranza e di accoglienza.

La storia di Enaiat è la dimostrazione di quanta ricchezza umana si possa nascondere dietro la parola “clandestino” e che vale veramente la pena di conoscere, senza chiusure e preconcetti.

Enaiat, ormai tranquillo in Italia, riuscirà a contattare la madre rimasta in Afghanistan, dopo sette anni <<… non per cattiveria o cosa, ma perché prima di occuparti degli altri devi trovare modo di stare bene con te stesso. Come fai a dare amore se non ami la tua vita?>> racconta Enaiat, una perla di saggezza finale sull’amore e la generosità.

Cinzia Malaguti

 

Bibliografia: F. Geda, Nel mare ci sono i coccodrilli, storia vera di Enaiatollah Akbari, Milano, Badini Castoldi, 2010

 

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF