Crea sito

ECONOMIA E LAVORO Archive

  • Ho accolto con piacere la notizia che diverse aziende italiane che avevano delocalizzato la produzione, in Paesi dell’Est europeo o in Cina, stanno tornando in Italia (reshoring). Bene, ma sono ancora pochi e la politica può fare ancora qualcosa per motivare gli imprenditori a ritornare in Italia ... senza svendere il lavoro.

    Nuovi posti di lavoro dal “reshoring”

    Ho accolto con piacere la notizia che diverse aziende italiane che avevano delocalizzato la produzione, in Paesi dell’Est europeo o in Cina, stanno tornando in Italia (reshoring). Bene, ma sono ancora pochi e la politica può fare ancora qualcosa per motivare gli imprenditori a ritornare in Italia ... senza svendere il lavoro.

    Continue Reading...

  • La Commissione sul massimo scoperto (Cms) è stata abolita all’inizio del 2009, dopo un vero braccio di ferro tra banche e consumatori, ma nel 2011 il governo Monti l’ha moltiplicata, introducendo due nuove ed esclusive commissioni, con il grazie delle lobbying bancarie. Cari correntisti italiani non disperate, c’è una via d’uscita.

    Commissioni bancarie cosa sono

    La Commissione sul massimo scoperto (Cms) è stata abolita all’inizio del 2009, dopo un vero braccio di ferro tra banche e consumatori, ma nel 2011 il governo Monti l’ha moltiplicata, introducendo due nuove ed esclusive commissioni, con il grazie delle lobbying bancarie. Cari correntisti italiani non disperate, c’è una via d’uscita.

    Continue Reading...

  • Lo spread è il differenziale di rendimento dei titoli di stato di un paese rispetto a quelli del paese con il migliore rendimento/ tasso di interesse. Cosa è successo dal 2011 ad oggi in Italia e nel resto dell'Europa? Leggi l'articolo e lo saprai.

    Economia – Spread: facciamo il punto

    Lo spread è il differenziale di rendimento dei titoli di stato di un paese rispetto a quelli del paese con il migliore rendimento/ tasso di interesse. Cosa è successo dal 2011 ad oggi in Italia e nel resto dell'Europa? Leggi l'articolo e lo saprai.

    Continue Reading...

  • Le cartolarizzazioni sono operazioni bancarie che, nel loro uso distorto e irresponsabile, ha alimentato la crisi finanziaria del 2007 e le cui conseguenze ancora oggi viviamo. Dalle cartolarizzazioni all'eccessiva liberalizzazione del sistema bancario, dal ricatto morale "too big to fail" ai salvataggi pubblici.

    Economia: cartolarizzazioni e “too big to fail”

    Le cartolarizzazioni sono operazioni bancarie che, nel loro uso distorto e irresponsabile, ha alimentato la crisi finanziaria del 2007 e le cui conseguenze ancora oggi viviamo. Dalle cartolarizzazioni all'eccessiva liberalizzazione del sistema bancario, dal ricatto morale "too big to fail" ai salvataggi pubblici.

    Continue Reading...

  • L'Indice di Sviluppo Umano (ISU) ha l'ambizione di misurare la qualità della vita delle persone.
Come nasce, com'è composto e quali sono i limiti? 
Dove si posiziona l'Italia nell'ultimo report annuale? 
Per saperlo, leggi l'articolo.

    Economia: Indice di Sviluppo Umano

    L'Indice di Sviluppo Umano (ISU) ha l'ambizione di misurare la qualità della vita delle persone. Come nasce, com'è composto e quali sono i limiti? Dove si posiziona l'Italia nell'ultimo report annuale? Per saperlo, leggi l'articolo.

    Continue Reading...

  • Liberalizzazione o regolamentazione è l’eterno dilemma nella politica economica, ma anche in questo caso, l’antico proverbio che “la verità sta nel mezzo” non sbaglia. Vediamo perché.

    Economia: Liberalizzazione vs regolamentazione

    Liberalizzazione o regolamentazione è l’eterno dilemma nella politica economica, ma anche in questo caso, l’antico proverbio che “la verità sta nel mezzo” non sbaglia. Vediamo perché.

    Continue Reading...

  • Dal pensiero di De Tocqueville al neo-liberismo, un viaggio alla ricerca della chiave d'ingresso ad una società migliore dove libertà ed uguaglianza hanno superato il conflitto grazie alla mediazione della politica.

    Libertà ed uguaglianza, tra filosofia, economia e politica

    Dal pensiero di De Tocqueville al neo-liberismo, un viaggio alla ricerca della chiave d'ingresso ad una società migliore dove libertà ed uguaglianza hanno superato il conflitto grazie alla mediazione della politica.

    Continue Reading...

  • Tutta l’analisi economica parte dal concetto di bisogno, cosicché possiamo dire che l’economia studia la soddisfazione dei bisogni. Siccome non possiamo soddisfare tutti i bisogni, primari e secondari, presenti e futuri, perché le risorse sono scarse, li ordiniamo ed agiamo secondo un principio utilitaristico. Cos'è veramente un bisogno e cosa l'utilità di un bene o servizio, che differenza c'è tra valore e prezzo, cosa determina il prezzo di un bene. Leggi l'articolo per saperlo.

    Economia – Le basi: bisogni, utilità, valore

    Tutta l’analisi economica parte dal concetto di bisogno, cosicché possiamo dire che l’economia studia la soddisfazione dei bisogni. Siccome non possiamo soddisfare tutti i bisogni, primari e secondari, presenti e futuri, perché le risorse sono scarse, li ordiniamo ed agiamo secondo un principio utilitaristico. Cos'è veramente un bisogno e cosa l'utilità di un bene o servizio, che differenza c'è tra valore e prezzo, cosa determina il prezzo di un bene. Leggi l'articolo per saperlo.

    Continue Reading...

  • La crisi economica che stiamo vivendo è stata aggravata da avide accumulazioni finanziare che vedono attori principali i grossi gruppi bancari, oramai sono tanti gli economisti e gli studiosi che riconoscono questa realtà. Le migliori idee per uscire dalla crisi non provengono dalle istituzioni comunitarie o dai governi locali, troppo spesso collusi con i grandi gruppi bancari, ma da fondazioni, dipartimenti universitari, centri studi del settore pubblico. Una proposta accomuna il pensiero di queste autorevoli fonti: ridurre il potere che i grandi gruppi bancari detengono sull’economia, e anche sulla politica, scomponendo le grandi banche e isolando per legge depositi e prestiti dalle attività di investimento. I vantaggi sono molti, vediamoli.

    Economia: Ridurre il potere dei grandi gruppi bancari

    La crisi economica che stiamo vivendo è stata aggravata da avide accumulazioni finanziare che vedono attori principali i grossi gruppi bancari, oramai sono tanti gli economisti e gli studiosi che riconoscono questa realtà. Le migliori idee per uscire dalla crisi non provengono dalle istituzioni comunitarie o dai governi locali, troppo spesso collusi con i grandi gruppi bancari, ma da fondazioni, dipartimenti universitari, centri studi del settore pubblico. Una proposta accomuna il pensiero di queste autorevoli fonti: ridurre il potere che i grandi gruppi bancari detengono sull’economia, e anche sulla politica, scomponendo le grandi banche e isolando per legge depositi e prestiti dalle attività di investimento. I vantaggi sono molti, vediamoli.

    Continue Reading...

  • Papa Francesco sembra deciso a mettere ordine nell’Istituto per le Opere di Religione, lo IOR. La banca vaticana è da anni sotto i riflettori per il deciso sospetto che i suoi conti nascondano attività illecite, le istituzioni europee hanno chiesto più volte alla banca una maggiore trasparenza e l’adesione agli standard bancari internazionali. Timidi interventi furono fatti da Papa Benedetto XVI, ma Papa Francesco sembra essere più deciso ed incisivo, sostituendo quattro dei cinque cardinali precedentemente nominati alla commissione di vigilanza della banca vaticana. Riuscirà Papa Francesco a porre fine agli intrighi in Vaticano e a regolamentare e rendere trasparenti le attività della sua banca, oppure verrà travolto pure lui?

    Economia: La banca vaticana e papa Francesco

    Papa Francesco sembra deciso a mettere ordine nell’Istituto per le Opere di Religione, lo IOR. La banca vaticana è da anni sotto i riflettori per il deciso sospetto che i suoi conti nascondano attività illecite, le istituzioni europee hanno chiesto più volte alla banca una maggiore trasparenza e l’adesione agli standard bancari internazionali. Timidi interventi furono fatti da Papa Benedetto XVI, ma Papa Francesco sembra essere più deciso ed incisivo, sostituendo quattro dei cinque cardinali precedentemente nominati alla commissione di vigilanza della banca vaticana. Riuscirà Papa Francesco a porre fine agli intrighi in Vaticano e a regolamentare e rendere trasparenti le attività della sua banca, oppure verrà travolto pure lui?

    Continue Reading...