I tre laghi: Garda, Ledro, Idro

This post has already been read 2653 times!

Riva del Garda, lungolago

Riva del Garda, lungolago

L’itinerario: Riva del Garda, Lago di Ledro, Laghetto d’Ampola, Lago d’Idro, Salò sul Garda.

Quella che vi propongo è una piacevole giornata tra affascinanti panorami lacustri e graziose località, tra le provincie di Trento e di Brescia.

Riva del Garda

Riva del Garda è la località più a nord del Lago di Garda, molto ventosa, ideale per gli amanti del windsurf, è una graziosa cittadina, “guardata” da imponenti montagne e molto apprezzata dai turisti di lingua tedesca, ma vediamo di conoscerla meglio attraverso la sua storia.

Riva del Garda sorge su una piana alluvionale del fiume Sarca ed è di origine medioevale. Nel Medioevo, quando non c’erano le strade che conosciamo oggi, i trasporti avvenivano principalmente sulle vie d’acqua e Riva del Garda era un porto molto importante; divenne così una ricca cittadina, protetta da mura e governata, solo per un breve periodo dalla Repubblica di Venezia, a differenza delle zone circostanti, mentre per lo più fece parte del Principato Vescovile di Trento. Dall’Ottocento divenne austriaca e vi rimase fino alla fine della Prima Guerra Mondiale.

Riva del Garda gode di una temperatura mite durante tutto l’anno, ragion per cui è sempre stata una località apprezzata, da secoli, anche durante l’inverno; nel passato, i ricchi austriaci e tedeschi, ma anche italiani, venivano a svernare a Riva, mentre dall’ultima metà del Novecento, grazie allo sviluppo delle comunicazioni stradali, il turismo a Riva copre tutto l’arco dell’anno.

Riva del Garda

Riva del Garda

Lago di Ledro

Il Lago di Ledro si trova ad un’altezza di 655 metri, in una valle a pochi chilometri di distanza dal Lago di Garda. Il Lago di Ledro ha una superficie di tutto rispetto (2,187 kmq) ed una circonferenza di 10 km, soprattutto riveste un fascino particolare quando le condizioni di luce permettono alle montagne di specchiarsi nelle sue acque.

Lago di Ledro, palafitta Museo

Lago di Ledro, palafitta Museo

Lago di Ledro, palafitta interno Museo

Lago di Ledro, palafitta interno Museo

Il lago di Ledro è però diventato famoso per una scoperta nel 1929, in seguito ad un abbassamento temporaneo del livello dell’acqua per la costruzione di una centrale idroelettrica a Riva del Garda, con approfondimenti successivi: sono stati ritrovati dei reperti di una civiltà palafitticola dell’Età del Bronzo che rendono il lago un sito archeologico di rilevanza mondiale. Sulla sponda del lago, a Molina di Ledro, c’è il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro dove è stato ricostruito un villaggio a palafitta simile a quello esistente nell’antichità.

Il lago di Ledro ha vissuto anche una crisi ecologica quando, alcuni anni fa, le sue acque divennero rosse per la prolificazione di un’alga microscopica; a questo problema è stato posto rimedio con un maggior filtraggio delle acque reflue.

Lago di Ledro, panorama

Lago di Ledro, panorama

 

Lago di Ledro, panorama

Lago di Ledro, panorama

Laghetto d’Ampola

Il laghetto d’Ampola è un piccolo lago d’origine glaciale nella provincia di Trento, spettacolare per la presenza di ninfee ed interessante per essere rimasto un lago perfettamente naturale, senza cioè interventi dell’uomo; a questo riguardo il laghetto d’Ampola è un’area naturale protetta, un biotopo che ospita diverse specie di piante e fiori molto rari e dove sono presenti specie animali, al cui elenco rimando su Wikipedia a questo link.

 

Lago d'Ampola

Lago d’Ampola

Lago d’Idro

Il Lago d’Idro è un lago d’origine glaciale nella provincia di Brescia, a 368 metri sul livello del mare, con una superficie di 10,9 kmq ed una profondità massima di 122 metri. Il lago d’Idro è ciò che è rimasto del braccio di un mare che esisteva milioni di anni fa, probabilmente un’insenatura di un golfo.  Anche il lago d’Idro è un’area protetta.

Interessante la visita della Chiesa di Crone con le sue decorazioni in legno intagliato.

Lago d'Idro, spiaggia

Lago d’Idro, spiaggia

Lago d'Idro, panorama

Lago d’Idro, panorama

Lago d'Idro, Crone, interno Chiesa

Lago d’Idro, Crone, interno Chiesa

Salò

Salò è una ridente cittadina sulla sponda occidentale del Lago di Garda, provincia di Brescia, dove è delizioso passeggiare sull’elegante lungolago e lungo la strada principale del suo borgo storico, con una tappa spirituale nel suo interessante Duomo.

Per capire l’anima di Salò, però vediamo di conoscere la sua storia. Salò fu piccola capitale nel Medioevo, successivamente fu conquistata dalla Repubblica di Venezia che la coccolò a tal punto da difenderla strenuamente dall’assalto napoleonico. Salò risale nei titoli di testa dalla storia quando, negli ultimi due anni della Seconda Guerra Mondiale, diventa la Repubblica di Salò, una enclave fascista fondata da Mussolini dove avevano sede diverse istituzioni.

Salò, lungolago

Salò, lungolago

Salò, centro storico

Salò, centro storico

Salò, il Duomo

Salò, il Duomo

Bene, così termina il giro dei tre laghi, ma il lago di Garda è molto altro ancora, considerate che è il maggiore dei laghi italiani, coprendo una superficie di 370 kmq e le località sulla sponda orientale, quelle nella provincia di Verona, sono altrettanto deliziose e caratteristiche. Alcune belle immagini le trovate sul sito di recensioni di Mirco.

Alla prossima!

Cinzia Malaguti 

 

 

 

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF