Cinema: The Butler – un maggiordomo alla Casa Bianca

This post has already been read 725 times!

The Butler – Un maggiordomo alla Casa Bianca è l’adattamento cinematografico della storia di Eugene Allen, maggiordomo nero alla Casa Bianca per più di trent’anni. Nel film Eugene si chiama Cecil Gaines ed è interpretato da Forest Whitaker.

Nella trasposizione cinematografica viene dato molto risalto al problema della segregazione razziale negli Stati Uniti nel Ventesimo secolo e fino alla presidenza Reagan compresa (fine anni Ottanta), il quale peraltro appoggiò la politica segregazionista del governo sudafricano.

Il film mette l’accento sulle lotte dei neri per i diritti umani, non dimentichiamo che negli anni Sessanta nei locali c’erano le zone per i bianchi e quelle per i neri, così come nelle scuole e sui tram; gli Stati Uniti hanno avuto in Martin Luther King il paladino dei diritti dei neri, così come il Sudafrica ha avuto Nelson Mandela, ma gli Stati Uniti non si sono limitati ad imprigionare chi osava lottare per l’uguaglianza tra bianchi e neri, visto che Martin Luther King fu assassinato.

L’aspetto rilevante del film è proprio questo, raccontare gli anni delle lotte dei neri contro il razzismo; le vicende del maggiordomo sono solo un pretesto, un punto di riferimento, un contatto per raccontare la segregazione razziale negli Stati Uniti che finisce con l’elezione alla Casa Bianca di un nero, Barack Obama.

La regia di Lee Daniels è da nomination per gli Oscar 2014, ma anche Forest Whitaker non se l’è cavata male, soprattutto nel rendere l’immagine un po’ piatta di un nero integrato in una società razzista.

Eugene, alias Cecil, ha fatto il maggiordomo di ben otto Presidenti degli Stati Uniti d’America, da Truman (1952) a Reagan (1986).

Nel film ci sono anche Robin Williams, nella parte di Eisenhower e Jane Fonda, nella parte di Nancy Reagan.

Cinzia Malaguti

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF