Milano da vedere in un giorno

This post has already been read 1832 times!

 

Milano, il Duomo e la Madonnina

Milano, il Duomo e la Madonnina

Milano è una grande città, piena di movimento, attività e cose da vedere, ma per un turista che volesse visitare la città con poco tempo a disposizione sono tre i “nuclei” da non perdere: zona Duomo e Castello Sforzesco, zona Navigli e Cenacolo Vinciano.

Milano era nell’antichità romana chiamata Mediolanum, ossia terra di mezzo, essendo essa collocata nella terra di mezzo a grandi corsi d’acqua che la collegavano con il resto del mondo. Oggi Milano è, con New York, la città con il maggior numero di consolati al mondo.

Milano, Piazza Duomo

Milano, Piazza Duomo

Zona Duomo e Castello Sforzesco. Il Duomo di Milano, di recente restauro nella facciata esterna, è di una bellezza incantevole, un grande raggio di luce e grandezza in una piazza sempre gremita di gente in movimento. Il Duomo è il simbolo della città ed è per superficie la quarta chiesa d’Europa, dopo San Pietro in Vaticano, San Paolo a Londra e la Cattedrale di Siviglia. Per la narrazione storica ed architettonica vi segnalo l’ottima lettura su Wikipedia. Il grande Castello Sforzesco e, alle sue spalle, il Parco del Sempione, sono assolutamente da non perdere: entrate nel cortile del Castello e percorretelo fino al parco, ammirandone le forme e la magnificenza di quella che fu una fortificazione voluta nel XV secolo da Francesco Sforza, Duca di Milano. Riferimenti storici li trovate ben fatti su Wikipedia. Il parco del Sempione, enorme, sarà un’occasione per riposarvi e rinfrescarvi durante la vostra visita alla città di Milano. Il parco fu realizzato alla fine del XIX secolo sull’area già occupata dalla piazza d’armi ed occupa un’area di 386.000 mq, completamente cintata e videosorvegliata.

Milano, Castello Sforzesco, cortile interno

Milano, Castello Sforzesco, cortile interno

Milano, Castello Sforzesco, cortile interno con scultura moderna

Milano, Castello Sforzesco, cortile interno con scultura moderna

Zona Navigli. La zona prende il nome dai Navigli che sono un sistema di canali irrigui e navigabili. Nell’antichità i Navigli mettevano in comunicazione la città con il lago Maggiore, quello di Como ed il basso Ticino, aprendo al capoluogo lombardo le vie commerciali della Svizzera, e dell’Europa Nord-Occidentale, dei Grigioni e dell’Europa Nord-Orientale e, infine, quella del Po verso il mare. Dopo la riqualificazione dell’area e la pulizia dei canali, la zona Navigli è oggi una gradevole e vivace area per passeggiare, attraversare i ponti, sedersi all’aperto a bere un caffè o mangiare un piatto di risotto alla milanese in uno dei tanti bar e ristoranti. Delizioso è il tour in barca di un’ora organizzato da City Sightseeing che vi porterà lungo il Naviglio Grande, ma anche fino alla chiusa della Conchetta nel Naviglio Pavese, che unisce Milano a Pavia.

Milano, Naviglio Grande

Milano, Naviglio Grande

Milano, navigazione sul Naviglio Grande

Milano, navigazione sul Naviglio Grande

Milano, ristorante sul Naviglio Pavese

Milano, ristorante sul Naviglio Pavese

Milano, Naviglio Grande

Milano, Naviglio Grande

Cenacolo Vinciano. Nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie si trova uno dei capolavori mondiali da non perdere: “L’ultima cena” di Leonardo da Vinci; è la rappresentazione pittorica e magistrale della cena, appunto l’ultima, in cui Gesù pronuncia le parole “Uno di voi mi tradirà”. Il dipinto si trova presso il Cenacolo vinciano, il refettorio adiacente alla chiesa di Santa Maria delle Grazie e fu realizzato alla fine del XV secolo, di recente restaurato. Le visite sono limitate a gruppi di 25 persone per un tempo massimo di 15 minuti e con prenotazione obbligatoria sul sito www.cenacolovinciano.org.

Milano, Casa Milan

Milano, Casa Milan

Naturalmente le bellezze ed il patrimonio artistico culturale di Milano non si esauriscono con quanto vi ho raccontato prima; c’è anche dell’altro: dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica Leonardo da Vinci al Cimitero Monumentale, dalla Basilica di Sant’Ambrogio alla Pinacoteca di Brera e al Teatro alla Scala, ma anche a Casa Milan per i tifosi del Milan e senza dimenticare la Chiesa di San Bernardino alle Ossa ed il suo ossario, sono ancora molte le attrattive milanesi, per chi vuole dedicare a questa dinamica città più tempo.

 

Cinzia Malaguti

 

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF