Dieta mediterranea: the best

This post has already been read 695 times!

dieta mediterranea

 

 

 

 

 

C’è un proliferare di proposte dietetiche, più o meno accreditate, che mettono l’individuo in una condizione di incertezza su quale sia giusta, quale adatta per lui e quale invece sia il frutto di ideologie o pressioni commerciali che con la salute e il benessere, alla lunga, hanno poco a che fare.

Con questo articolo vorrei parlarvi della dieta che ha ottenuto le validazioni mediche più estese e che nel 2010 l’Unesco ha collocato nella lista dei patrimoni intangibili dell’umanità: la dieta mediterranea.

La dieta mediterranea è basata sul consumo abbondante di frutta, verdura, noci, olio di oliva, cereali non raffinati, sul consumo prudente di carne di pollo, pesce e vino rosso e su un basso consumo di carni rosse, di latticini e di dolci.

<<La dieta mediterranea ha un ruolo indiscusso al vertice di tutte le tipologie di alimentazione presenti nelle varie culture. Infatti riduce il rischio di malattie cardiovascolari, di cancro, di malattia di Alzheimer, di morbo di Parkinson e, più in generale, di rischio di morte prematura>> afferma il Prof. Marco Trabucchi nel suo utile testo I segreti di una vita sana e lunga, edito da Il Mulino di Bologna.

La dieta mediterranea è riconosciuta, da studi controllati e indipendenti da interessi di parte e commerciali, superiore ad ogni altra tipologia alimentare per il mantenimento di una buona saluta durante tutto l’arco della vita.

L’ultimo di questa serie numerosa e importante di studi sulla nutrizione è lo studio Predimed (Prevencion con Dieta Mediterranea), pubblicato nel 2013, nel quale è stato confermato che la dieta, integrata con olio extravergine di oliva e noci, svolge un’azione incisiva di prevenzione degli eventi cardio-vascolari.

Un altro aspetto da tenere in grande considerazione è quello di ridurre il consumo di cibi conservati e precotti, perché carichi di sale, grassi e zuccheri, dedicando un po’ di tempo e fatica nella preparazione in casa dei cibi, perché solo così puoi controllare cosa mangi.

Cinzia Malaguti

Bibliografia:

Marco Trabucchi, I segreti di una vita sana e lunga, Bologna, Il Mulino, 2014

Michael Pollan, Il dilemma dell’onnivoro, Milano, Adelphi, 2008

 

 

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF